Hasan Mushaima
Arrestato in Bahrain

Hasan Mushaima è un attivista politico e insegnante. Ha iniziato la sua attività politica in occasione della rivolta del 1994 in Bahrain, durante la quale fu arrestato due volte. È un membro del gruppo “Bahrain 13” ed è stato uno dei membri fondatori di “Al Wefaq”.

Nel 1995 fu arrestato da Marzo fino a Settembre e successivamente da Gennaio 1996 fino a Febbraio 2001. L’11 Novembre 2005 divenne segretario generale del movimento democratico “Haq”. Nel febbraio 2007 è stato nuovamente arrestato e incarcerato per un solo giorno, successivamente di nuovo nel 2009 da Gennaio ad Aprile. Nel 2010, Mushaima è stato processato in contumacia per aver presumibilmente pianificato un fallito tentativo di colpo di stato. Nello stesso periodo è stato sottoposto ad un trattamento per un cancro ai polmoni nel Regno Unito.

Il 26 Febbraio 2011, Hasan Mushaima fa ritorno in Bahrain dopo che le accuse su di lui vennero ritirate, tuttavia fu arrestato dopo un raid in casa il 17 marzo 2011. Anche suo figlio, Ali, è stato processato in contumacia.

In qualità di prigioniero politico, Hasan Mushaima è privato dei basilari diritti umani in prigione.

Dopo il suo arresto, avvenuto il 17 marzo 2011, Hasan Mushaima è stato condannato all’ergastolo da un tribunale militare per “tentato rovesciamento della monarchia”. Il 30 Aprile 2012, una corte bahreinita ha ordinato un nuovo processo civile. Dopo la sua udienza, tenutasi il 19 Settembre 2012, la sentenza è stata confermata. 

Mushaima è affetto da un cancro ai polmoni in fase di remissione, nonostante ciò necessita dei trattamenti affinché esso non si ripresenti. Ad oggi non ci sono prove del fatto che abbia ricevuto cure mediche in prigione dal 2014.

Nel gennaio del 2018, Muhaima è stato avvertito da un dottore del “Bahrain Defence Force Hospital” di visitare con urgenza uno specialista per il diabete. Tuttavia, le autorità non gli hanno ancora concesso tale possibilità. In risposta al mancato accesso alle cure mediche, suo figlio Ali Mushaima ha iniziato, il 1° Agosto 2018, uno sciopero della fame fuori dall’ambasciata del Bahrain a Londra. Ali ha continuato a scioperare fino al 4 Ottobre. 

L’8 Agosto 2018, le autorità hanno portato Hasan al “Bahrain Defence Force Hospital” senza manette, ma Ali sostiene che suo padre non abbia ricevuto alcun accertamento medico né alcun tipo di screening per il cancro.

[/team_member]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *