Sheikh Ali Salman Ali Ahmed
Arrestato in Bahrein

Sheikh Ali Salman è un ecclesiastico sciita Duodecimano del Bahrein ed il segretario generale del partito di opposizione al-Wefaq. Al-Wefaq è stato sciolto dalla più alta corte del Bahrein nel 2016. Questo partito è stato fondato nel 2002, un anno dopo che il governo del Bahrein aveva annunciato delle riforme politiche, con le quali il paese è diventato una monarchia costituzionale con un parlamento eletto ed il potere giudiziario indipendente. Al-Wefaq ha più volte lamentato le discriminazioni politiche ed economiche contro la popolazione sciita residente in Bahrain.

Sheikh Ali Salman è stato condannato a quattro anni di carcere con accuse che includono “la promozione di un regime per scopi illegali”. È stato arrestato nel Dicembre del 2014 e condannato a quattro anni di prigione nel Giungo 2015 per “incitamento alla disobbedienza e all’odio nei confronti del regno” in alcuni discorsi da lui tenuti in veste di segretario generale di al-Wefaq. 

Nel maggio 2016 gli sono state avanzate nuove accuse di “incitamento alla rivoluzione” e la sua condanna è stata estesa a nove anni. Tuttavia, è stato assolto da queste nuove accuse nell’Aprile 2017, mentre la sua precedente sentenza di quattro anni è stata confermata. Nel Novembre 2017, le autorità del Bahrein lo hanno nuovamente accusato di aver “mantenuto contatti con l’intelligence del Qatar” e “cospirato con il Qatar” durante le proteste pacifiche del 2011. 

Queste accuse provengono da un ben documentato tentativo di mediazione originariamente incoraggiato dagli Stati Uniti con il governo del Bahrain. Nel Marzo 2018, il Pubblico Ministero del Bahrain ha richiesto la l’ergastolo contro Sheikh Ali Salman e i suoi due collaboratori, i quali sono a loro volta precedenti leader di al-Wefaq, facendogli rischiare la pena di morte. 

Nonostante ciò, il suo nuovo processo è stato rinviato al 21 Luglio 2018. In tale data, l’Alta Corte Criminale del Bahrain ha dichiarato Sheikh Ali Salman innocente dalle accuse di spionaggio. Poco tempo dopo, l’ufficio del Pubblico Ministero ha subito dopo dichiarato di voler fare ricorso in appello. Infatti, il 27 Giugno, l’Alta Corte di Appello ha annunciato che un nuovo processo si sarebbe tenuto il 5 Settembre. Da quella data fino al 4 Novembre 2018 la data del processo è stata posticipata numerose volte. Infine, il 4 Novembre 2018, Sheikh Ali Salman è stato condannato all’ergastolo. Il 28 Gennaio 2019 la Corte di Cassazione del Bahrein ha confermato la sentenza di ergastolo. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *